Le relazioni pericolose, spalla, collo, mandibola | Caterina Marzoli | Fisioterapista | Feldenkrais

Le relazioni pericolose, spalla, collo, mandibola

​Il prossimo seminario intensivo a Roma  

​Ti hanno insegnato che per avere la postura corretta, bisogna tirare il mento in dentro e in basso??? SBAGLIATO!  
Così annulli la curva cervicale, si chiama “perdita della fisiologica lordosi”  e ti assicuro che non è qualcosa di desiderabile! 


​Il prossimo seminario intensivo in programma per fine gennaio a Roma,
ha lo scopo di allentare la tensione e imparare a muovere bene queste parti.

Non solo rilasciare quindi, che è piacevole ma non sufficiente, ma anche imparare a muovere spalle, collo e mandibola con coerenza, con gli schemi motori naturali dell’essere umano.


​Come arrivano i problemi

​Spalle, collo e muscoli della mandibola sono spesso i bersagli della nostra tensione muscolare quotidiana, che può essere sia di origine posturale che psicologica.

Cioè può dipendere da come stai seduta/o alla scrivania o più spesso, da come fissi il monitor del computer e da dove si trova questo rispetto al tua sedia.

Ma la tensione nelle spalle, il famoso "coltello tra le scapole" ha molto spesso anche un'origine psicologica. Se siamo molto stressati, se il nostro ambiente di lavoro è ostile, se quello familiare non è sereno, tendiamo a chiudere le spalle  in avanti per proteggerci e trovare sollievo.
​(spesso è solo questione di pochi millimetri, ma il problema è ​farlo per tempi lunghi)

​La maggior parte delle persone sente dolore/tensione in una di queste parti, altri in 2, altri ancora in tutte e ​3.

Se siete sfortunati, si associa il mal di testa di origine tensiva.

​Il percorso del seminario

​I muscoli che ricoprono le spalle, si estendono a coprire il collo e la parte alta del torace,
mentre i muscoli della mandibola sono in stretta relazione con la parte alta del collo e la lingua.

Per questo, spesso, lavorare su un punto solo è inutile e dà un sollievo solo temporaneo.

Nel seminario faremo un percorso dal più facile al più difficile, andando dai muscoli più forti e grandi (spalle e torace) a quelli più piccoli, precisi e specializzati (collo e mandibola).

Cominceremo quindi con dei movimenti per “smuovere e liberare le scapole” cercando di ristabilire un movimento fluido e ampio delle scapole sul torace,

​ poi passeremo al collo, facendo dei movimenti che rilasciano la muscolatura cervicale ma anche che mettono in relazione collo e torace, un collo può essere forte,  infatti, solo se trova la sua base e il suo ​appoggio nella colonna toracica.

Una volta che spalle avranno ritrovato tutta la loro potenziale mobilità e il collo tutta la sua potenziale lunghezza, potremo cominciare a pensare alla mandibola.

Ci arriveremo alla mandibola, con delicatezza, non perché la mandibola sia fragile, al contrario i muscoli che la azionano sono piccoli ma fortissimi, ma è un’articolazione complessa, in effetti sono due in una (destra e sinistra si muovono insieme) e i suoi muscoli fanno fatica a rilassarsi, proprio per questo movimenti bruschi e scoordinati possono causare dei problemi.

Un’articolazione complessa con tante funzioni, dalla masticazione al linguaggio all’espressione di emozioni naturali e fisiologiche come la rabbia e l’aggressività.

E ci metteremo anche un po’ di lingua, il muscolo più complesso di tutto il corpo, legato al modo in cui stiamo in piedi e alla nostra colonna!

​Per chi è: 

​Il seminario è per il pubblico, che significa che è aperto a tutti.
Requisiti: poter distendersi sul pavimento e rialzarsi ​in maniera autonoma.

​Particolarmente utile per chi lavora tanto con la parte superiore del corpo come: violinisti, dentisti, lavoratori al monitor/videoterminale.

​​In generale per chi accumula stress nel collo e nella mandibola.

Per chi soffre di mal di testa muscolo-tensivo.

Per chi è stanco di stare con le spalle curve in avanti.

Per chi ha fatto un percorso di riabilitazione della mandibola ma trova noiosi gli esercizi da fare a casa.

In caso di patologie: in caso di patologie infiammatorie in corso, di spalla o a carico dell'articolazione temporo-mandibolare, contattatemi per valutare la partecipazione al seminario.

​Cosa portare:

​La maggior parte del lavoro si svolgerà sul pavimento. Materassini e coperte sono già in loco.
​Portare:
- abbigliamento comodo e calzini
- una sciarpina (per gli esercizi  a casa se li vuoi fare)
- una matita (per​ gli esercizi a casa se li vuoi fare)
- un quaderno e penna (facoltativo, se ci sono cose che ti vuoi appuntare)

Dove:

​In una tranquilla e luminosa sala con parquet, via dei Serpenti
Mezzi pubblici: metro Cavour o Colosseo ​, tutti gli autobus che passano per via Nazionale o via Cavour.
Parcheggio nella zona di San Pietro in Vincoli o Via degli Annibaldi

Quando:

​Il 26 e 27 gennaio con i seguenti orari:
Sabato 26 gennaio: 14:00-18:00
Domenica 27 gennaio: 10:00-13:0

​Costo:

​Sei una persona ​a cui piace organizzarsi bene e per tempo? Questa capacità ti aiuterà ad ottenere uno sconto, infatti...

​Per esigenze organizzative e per garantir​ti il posto in sala (solo 9 posti), ​ il costo del seminario è di 89,00 euro se prenoti e versi un piccolo anticipo entro il 1​8 gennaio alle 24:00

Per assicurarti il tuo posto a un prezzo conveniente mancano:

02
​Giorni
13
​Ore
57
Minuti
59
Secondi

​Dopo il 18 gennaio, il seminario costerà 1​20,00

​Per contattarmi, farmi domande e/o prenotare: 

​Attenzione: molte persone nella fretta scrivono male la loro mail, in quel caso non avrò modo di rispondere. 

Condividi con il tuo canale preferito
  • 50
    Shares